Il Minilifting: un viaggio nel tempo

‘Ci si mette molto tempo per diventare giovani.’ Pablo Picasso

Con queste parole, che sembrano un paradosso, Pablo Picasso intendeva dire che per diventare veramente giovani cioè liberi, aperti mentalmente ed emotivamente, scevri da forti e limitanti condizionamenti, ci vuole del tempo. Quindi mentre la nostra interiorità ‘ringiovanisce’ anno dopo anno, il nostro aspetto esteriore ne subisce l’effetto contrario, e spesso non si è pronti ad accettare questo mutamento esteriore che il più delle volte si avverte in contrasto col proprio essere. E così lo specchio ci restituisce un’immagine che sentiamo non appartenerci del tutto, poiché non ci soddisfa più come prima e specialmente non la percepiamo in sintonia con noi stessi.

E’ una situazione comune a molte persone, ne sono la dimostrazione i numerosissimi prodotti definiti ‘anti aging’ presenti sul mercato, il cui scopo è quello di contrastare o alleviare gli effetti che il tempo produce sul viso (e sul corpo), ma la verità è che per la maggior parte di essi gli effetti non sono quasi mai quelli sperati. Se esistesse anche solo un unico prodotto davvero efficace, tutti utilizzerebbero quello, e la scelta ovvero l’offerta si ridurrebbe drasticamente.

La chirurgia estetica è certamente una soluzione che porta risultati oggettivamente concreti ma che talvolta può ancora suscitare un certo timore.

A questo proposito è importante sapere che, come ogni scienza medica, negli anni anche la chirurgia estetica si è evoluta, prediligendo sempre più interventi meno invasivi per i quali è necessaria una convalescenza più leggera e veloce.

Se pensiamo al lifting facciale ad esempio: mentre fino a qualche anno fa, i pazienti che si sottoponevano a quest’intervento dovevano restare a casa fino a 4 settimane con gonfiore ed ecchimosi, oggigiorno la tendenza è quella di effettuare una procedura chirurgica meno invasiva un vero e proprio MINI-lifting, che prevede delle cicatrici molto piccole ed eventualmente associare ad esso dei trattamenti di medicina estetica, quali: botox, filler di acido ialuronico oppure trattamenti come lipofilling.

Ma cos’è esattamente il minilifting?

Si definisce ‘MINI’ proprio perché è un trattamento chirurgico poco invasivo, la regione interessata è quella del terzo inferiore del viso e la zona del collo. E’ un trattamento sempre più richiesto da numerose persone, proprio perché, come detto, è molto meno traumatico rispetto al lifting tradizionale.

Col tempo la pelle perde elasticità, piccole rughe e solchi iniziano ad affiorare in modo più marcato agli angoli della bocca e può iniziare a formarsi un’eccessiva lassità cutanea sul collo. Lo scopo dell’intervento è quello di distendere la pelle che ha perso tonicità a causa dell’invecchiamento e di conseguenza appianare le rughe presenti nelle zone citate.

L’operazione viene eseguita in anestesia locale associata ad una piccola sedazione. Il chirurgo procederà a scollare circa 4-5cm di pelle dai tessuti sottostanti praticando delle piccole incisioni lungo l’attaccatura dei capelli che proseguono verso l’orecchio, successivamente distenderà la cute eliminando un eventuale eccesso, per poi andare ad ancorarla al muscolo nella regione delle tempie.

Il paziente potrà già andare a casa il giorno stesso e riprendere l’attività lavorativa dopo una settimana.

E’ comunque importante sottolineare che si tratta pur sempre un intervento chirurgico e per questo motivo è fondamentale discuterne attentamente col medico specialista che stabilirà con criteri professionali se il paziente è idoneo.

I risultati son immediati: un viso con un aspetto nettamente ringiovanito, ma senza stravolgimenti, l’espressione del volto resta infatti immutata come pure la sua anatomia. Non si avrà pertanto quell’ effetto ‘tirato’ artificiale ed eccessivo, ma piuttosto un effetto del tutto naturale quasi si fosse tornati in dietro nel tempo. 

Il Lipofilling 

Il Lipofilling è un trattamento di chirurgia estetica sempre più richiesto per ringiovanire il viso ma può essere efficace anche per andare a dare volume a zone del corpo come ad esempio seno e glutei.

Per quanto concerne il viso lo scopo è quello di rimpolpare quelle parti del volto che col tempo hanno perso volume, come le tempie, gli zigomi o definire i contorni delle guance e del mento. Se pensiamo ad un bambino, il suo viso ci appare bello paffuto, pieno, mentre il viso di una persona anziana risulta più scavato e spigoloso. Il lipofiller va a contrastare quest’effetto, restituendo un’immagine più fresca, armoniosa e di conseguenza ringiovanita.

Come viene eseguito il trattamento?

Il chirurgo attraverso l’utilizzo di una siringa preleva una quantità definita di adipe (grasso) da una qualsiasi zona del corpo (zona donatrice), solitamente dall’addome o dalle cosce, e dopo averlo trattato secondo un procedimento preciso, lo reintroduce iniettandolo nelle zone che si vogliono volumizzare.

I primi 3-4 mesi una parte del grasso iniettato sarà riassorbita, la restante parte invece rimarrà in modo permanente. E’ difficile tuttavia prevedere esattamente quanto si riassorbirà, in media attorno al 50%.

Il lipofilling, pertanto, può essere definito come una sorta di filler in parte definitivo, la cui sostanza iniettata però è presa dal nostro stesso corpo.

Questo trattamento presenta effetti collaterali?

Fermo restando che si tratti di un trattamento reputato sicuro, va comunque detto che esso deve essere svolto da medici chirurghi specializzati all’interno di strutture qualificate e destinate ad interventi di questo tipo.

Possono manifestarsi delle piccole ecchimosi nella regione donatrice, che per la maggior parte dei casi si riassorbono spontaneamente dopo qualche giorno.

Se la zona da trattare è appunto il viso, molto spesso il lipofilling viene associato all’intervento di minilifting, ‘sfruttando’ la sedazione già presente per questo intervento.

Questi due trattamenti combinati, sono quindi in grado di restituire al viso un aspetto nuovo che, senza andare a stravolgere i lineamenti della persona e le sue espressioni facciali, hanno un effetto di netto ringiovanimento. Un vero e proprio viaggio nel tempo.

SOCIAL NETWORK

Share on facebook
Share on Facebook
Share on twitter
Share on Twitter
Share on linkedin
Share on Linkdin
Share on pinterest
Share on Pinterest

Leave a comment